Attività nelle scuole – nuova sezione del sito

Attività nelle scuole: al via la nuova sezione del sito

Abbiamo deciso di ingrandire ulteriormente il nostro sito con questa sezione per raccontare un aspetto che da qualche tempo ci sta vedendo coinvolti nelle scuole in attività di in-formazione e prevenzione legate al mondo delle nuove tecnologie e a come questo mondo si incrocia con le vite dei ragazzi che frequentano le scuole medie ed elementari.

In questa sezione raccoglieremo tutte le news riguardanti le attività nelle classi o le attività di formazione per genitori, momenti che consideriamo fondamentali per la condivisione di obiettivi e metodi con chi, come le mamme e i papà, si trova per primo a dover fronteggiare la sfida educativa ai tempi del web 2.0.

serata formazione genitori

Serata formazione genitori

Serata di formazione con genitori ed insegnanti

Convegno VirtualMente: si parla di noi

Convegno VirtualMente

Dopo l’ottimo risultato raggiunto nella serata di formazione “VirtualMente – Giovani e Mondo Virtuale”, tenutasi ad Eraclea, si parla di noi nel quotidiano La Nuova di Venezia e Mestre, ecco di seguito l’articolo:

Insegnare ai ragazzi le trappole della rete

ERACLEA. Prevenzione e sensibilizzazione ai problemi della rete, l’amministrazione comunale, in collaborazione con l’istituto comprensivo De Amicis di Eraclea e l’associazione Solidarietà Dicembre’79…

ERACLEA. Prevenzione e sensibilizzazione ai problemi della rete, l’amministrazione comunale, in collaborazione con l’istituto comprensivo De Amicis di Eraclea e l’associazione Solidarietà Dicembre’79, ha concluso a Ca’ Manetti un convegno formativo e informativo per le famiglie del territorio in cui ha affrontato la prevenzione delle problematiche del web.

Convegno VirtualMente Eraclea

Una panoramica su bullismo,cyber bullismo ea pedo-pornografia, ma anche tutela della privacy, furto d’identità, gioco d’azzardo online. «Il convegno», spiega l’assessore Valentina Doretto, «segue una progettualità dei servizi sociali attuata in Istituto, definita Virtual-Mente, che ha coinvolto gli alunni delle classi quinte di scuola primaria e prime e seconde di scuola secondaria di primo grado. L’ attività progettuale ha voluto fornire agli allievi strumenti educativi e spunti di riflessione per un uso consapevole e sicuro degli strumenti tecnologici, nonché informare sui rischi associati ad un loro utilizzo inadeguato e/o distorto, a partire dai social network a loro più vicini». Gli studenti infatti li usano il più delle volte in modo superficiale, partendo pertanto dalle loro esperienze, sono state trattate alcune questioni relative alla gestione della propria privacy nonché di quella altrui. E si è discusso in particolare sul significato delle parole scritte in rete: più o meno pesanti, esse possono avere conseguenze anche di rilevanza penale.

«Essere nel mondo virtuale», conclude, «non significa sentirsi più liberi di

esprimersi ed offendersi. In un’èra in cui la tecnologia è quasi padrona del vivere quotidiano, l’educazione civica al mondo virtuale deve essere una presenza continuativa. È indispensabile che gli alunni siano accompagnati fin da piccoli nella conoscenza e nell’uso del web».(g.ca.)

Di seguito i link alle pagine che hanno parlato di questa iniziativa:

Convegno formativo: VirtualMente – Giovani e Mondo Virtuale

Giovani e mondo virtuale:

L’Amministrazione Comunale della città di Eraclea, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo “De Amicis” di Eraclea e l’Associazione Solidarietà Dicembre’79, ha organizzato per il prossimo venerdì 24 febbraio in Cà Manetti ad ore 20.30 un convegno formativo ed informativo per le famiglie del suo territorio in merito alla prevenzione delle problematiche riguardanti giovani e web.

virtualmenteVi aspettiamo numerosi

Gita Venezia: Biennale Architettura 2016

Biennale Architettura 2016

Per il secondo anno consecutivo, abbiamo approfittato dell’occasione che la Biennale di Venezia offre alle strutture come la nostra, di poter visitare gratuitamente con tanto di guida le sale e le esposizioni dei Giardini e dell’Arsenale.

Anche se la giornata non era di certo partita col piede giusto (sciopero dei mezzi pubblici e pioggia a volontà), siamo comunque riusciti a raggiungere i Giardini e ci siamo lasciati condurre attraverso le opere le idee degli architetti più visionari e audaci dei nostri tempi.

Nella galleria qui in basso, alcune foto di questa bella esperienza.

Questioni di Web

Segnaliamo un interessante ciclo di incontri, denominato “Questioni di Web”, organizzato dal Comune di Eraclea nell’ambito delle dinamiche “Genitori-Figli”. Le due serate si terranno rispettivamente lunedi 7 marzo e lunedi 14 marzo alle ore 20.30 presso la Sala Consiliare Ca’ Manetti di Eraclea.

La prima serata, “NON E’ PIU’ IL TEMPO DELLE MELE: la sessualità nella generazione 2.0” sarà tenuta dal Dott. Alessandro Zen, educatore dell’azienda ULSS n°10 presso il consultorio familiare.

La seconda serata, “GIOVANI SOCIAL: un’opportunità da sfruttare” sarà tenuta dal Dott. Francesco Moret, educatore presso l’associazione Solidarietà Dicembre ’79.

Qui sotto il volantino ufficiale

Questioni di web

Per ulteriori informazioni: www.comune.eraclea.ve.it

Centro Diurno in TV con 10 in salute

L’iniziativa

Abbiamo partecipato alla realizzazione di un video promosso dall’Ulss 10 del Veneto Orientale per l’iniziativa “10 in salute”, iniziativa che, come si può leggere sul sito ulss10.veneto.it è:

Un programma televisivo per raccontare, con immagini e interviste, i dettagli di una sanità spesso sconosciuta agli utenti ma, in realtà, parte integrante del lavoro quotidiano svolto da medici, infermieri e da tanti collaboratori impegnati in ambienti ospedalieri e territoriali.

Anche il nostro Centro Diurno è inserito in questa rete di servizi territoriali, nel video seguente, che è solo un estratto di una delle puntate (il video intero potete recuperarlo qui: youtu.be/2gIXQcG8OFg), sarà possibile fare un giro “virtuale” all’interno dei nostri spazi. Buona visione!

Navighi bene, navighi sicuro… Conoscere è prevenire!

Siamo stati invitati a partecipare a questa serata dal titolo “Navighi bene, navighi sicuro… Conoscere è prevenire”, organizzata dall’Istituto Comprensivo Statale Romolo Onor, di San Dona’ di Piave. L’associazione metterà a disposizione due suoi collaboratori, la psicologa e psicoterapeuta dr.ssa Elena Boatto e l’educatore e informatico dr. Francesco Moret. I temi della navigazione sicura, della prevenzione dei rischi ma anche dell’uso consapevole e positivo degli strumenti messi a disposizione dal Web rivestono per noi un’importanza particolare soprattutto in relazione al mondo dell’adolescenza. La serata, aperta ai genitori degli studenti dell’istituto comprensivo, si terrà venerdì 19 febbraio alle ore 18 presso l’aula Antonucci della scuola secondaria di primo grado R. Onor.

navigazione sicura

navigazione sicura

2016-01-29 Locandina Cyberbullismo

Appartamenti a bassa protezione – residenzialità leggera

aiuto

Da qualche mese, gli educatori dell’associazione Solidarieta’ Dicembre ’79, si stanno impegnando nella gestione di un progetto di assistenza domiciliare denominato “Appartamenti a bassa protezione – residenzialità leggera”.

A chi è rivolto:

Si tratta di un progetto innovativo co-finanziato dall’U.l.s.s. n. 10 del Veneto Orientale e dai Piani di Zona, finalizzato alla presa in carico di persone seguite dai Servizi per le Dipendenze dell’U.l.s.s. 10 con una situazione clinica stabilizzata (media o lunga remissione dall’uso di sostanze psicoattive), ma che si trovano in difficoltà nel gestire la propria quotidianità, soprattutto nella dimensione dell’autonomia abitativa, nella gestione del denaro e delle relazioni sociali; sono soggetti che spesso presentano oltre alle problematiche conseguenti all’uso di sostanze, altre patologie psichiatriche o fisiche e che vivono situazioni di disagio sociale o difficoltà economiche.

Obiettivi:

L’obiettivo principale è il sostenimento dell’autonomia abitativa, al fine di promuovere un miglioramento della qualità di vita e prevenire episodi di ricaduta. Per il raggiungimento di tale obiettivo si ritiene importante favorire l’inserimento dei soggetti in contesti sociali nuovi e positivi e supportare il più possibile gli impegni occupazionali e terapeutici con gli Enti Pubblici di riferimento.

 

– #5buoneragioni per accogliere i bambini che vanno protetti

5ragioni

#5buoneragioni

per accogliere i bambini che vanno protetti

Le storie e i dati dei minorenni
allontanati dalla propria famiglia,
dei loro genitori e degli operatori
che se ne prendono cura

Incontro con la stampa

Roma, giovedì 17 luglio 2014

Camera dei deputati, Sala delle Colonne – via Poli 19

ore 12.30-15.00

Da qualche anno è cresciuto l’interesse di trasmissioni televisive e testate della carta stampata per i bambini e i ragazzi allontanati dalla loro famiglia in seguito a un provvedimento del Tribunale per i Minorenni.

Per questa ragione i promotori dell’iniziativa –l’associazione Agevolando, il Cismai, il Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza (Cnca), il Coordinamento Nazionale Comunità per Minori (Cncm), Progetto Famiglia e SOS Villaggi dei Bambini – ritengono sia arrivato il momento diraccontarsi, invece di “essere raccontati”, di far conoscerei volti, le esperienze e i numeri che riguardano un lavoro difficile e appassionante: quello di aiutare un bambino, una ragazza, i loro genitori, a “ripartire”, a ricostruire la propria vita dopo una vicenda difficile e, a volte, drammatica.

Nell’incontro verrà presentata una fotografia dettagliata della situazione, attraverso un’analisi dei dati disponibili, e verrà dato spazio ai ragazzi che sono stati in comunità, ai genitori che hanno accompagnato i loro figli in questo percorso, agli operatori che da molti anni sono impegnati in questo settore.
E verranno avanzate alcune richieste alle istituzioni per assicurare qualità e trasparenza nelle strutture di accoglienza.

Nell’occasione verrà illustrato il manifesto“#5buoneragioni per accogliere i bambini e i ragazzi che vanno protetti”, con il quale si intendono chiarire all’opinione pubblica alcuni aspetti fondamentali che riguardano i minorenni allontanati dalla loro famiglia.

Maggiori informazioni qui: www.cnca.it