Adolescenti e smartphone: vietare il web? Meglio il dialogo – Si parla di Noi

Adolescenti e smartphone: vietare il web? Meglio il dialogo

Hanno lo smartphone tra le mani già alle elementari, per loro la connessione a internet non conosce limiti (come recita la pubblicità) e le relazioni virtuali diventano tanto vere e importanti quanto quelle reali. Sono i giovanissimi “abitanti” del mondo del web, frequentato con assiduità fin dalla prima adolescenza. Viaggiano in rete già in quinta elementare, accedono ai social aggirando i limiti d’età, per giocare, per scambiarsi video e foto, per restare connessi al mondo anche quando si è nel chiuso della propria stanza. Vietare del tutto è inutile, mettere dei paletti invece è importante. Perché i rischi ci sono e i genitori si sentono impotenti. «E’ la questione che ci viene posta più spesso. I genitori ci dicono che non capiscono la tecnologia, non sanno come intervenire e per questo si sentono, appunto, impotenti», riferisce Francesco Moret, educatore dell’associazione Solidarietà Dicembre ’79, che con la collega Giovanna Bortoluzzi, psicologa e psicoterapeuta, sta tenendo degli incontri proprio sul tema delle nuove tecnologie